I NOSTRI COMPAGNI DI VIAGGIO

 

La maggior parte della popolazione mondiale crede che avere una percezione di sé, del proprio dolore e piacere, sia un privilegio esclusivo degli umani. Questa credenza instaura un senso di “superiorità”, che rende accettabile maltrattare gli animali nei modi più crudeli e spregevoli.

Ma quanto è consapevole un feto di tre mesi? Un bambino di un anno? Un adulto con demenza senile o con gravi lesioni al cervello? Non è forse vero che durante la giornata, possiamo avere lunghi momenti in cui non abbiamo percezione di noi, del passato e del presente, senza una reale consapevolezza?

Indubbiamente, quello che consideriamo umano può essere osservato vivendo diverse forme di consapevolezza, e alcune potrebbe essere lontane dalla nostra definizione di “consapevole”.

Proteggiamo gli umani; li esaltiamo e gli attribuiamo la qualità di sacralità. Ma ci potremmo chiedere: quanto può essere sacro un pericoloso psicopatico, una condizione unica nella specie umana?

Ci affrettiamo a controllare le specie invasive, ma siamo noi la piaga più invasiva e distruttiva sul pianeta.

Siamo davvero così privilegiati da essere gli unici, in tutto il regno animale, in cui la vita è consapevole di se stessa?

La vita, in tutta la sua vastità, richiede alcune forme di consapevolezza per i suoi istinti di sopravvivenza e le sue strategie.

Fortunatamente, sempre più persone stanno giungendo alla seguente conclusione: condividiamo la vita e la consapevolezza con le specie che ci accompagnano in questo viaggio attraverso l’infinita maestosità dell’universo.

È nostro dovere mostrare rispetto ai nostri cari compagni di viaggio.

Planet Zabor è una serie di fumetti di fantascienza

che promuove la comprensione della coscienza e della senzienza animale.

LIBRO 1 "FEDE & GUSTO" - OTTIENI IL TUO DOWNLOAD GRATUITO    QUI